Il video della nostra ricetta

con 1 commento

La preparazione del Risotto alla Saonarese

#iocucinoacasa #unaricettaalgiorno contro il Coronavirus!
Il Festival della Cucina Veneta con l’ 11°video della loro rubrica ci omaggia della nostra ricetta e di come viene preparato il piatto tipico saonarese con l’obbiettivo di stimolare tutti coloro che sono obbligati a casa in questo momento particolare per l’intera comunità veneta e per offrire un servizio alla comunità in generale e dare un messaggio di speranza a tutti gli appassionati di Cucina Veneta ed Italiana.

Un pò di storia del riso

Il riso in Veneto è cucinato in quaranta differenti maniere: proviene dalle regioni arabe, con cui la Repubblica di Venezia era in stretto contatto commerciale e si comincia a coltivare a partire dal 1500 nelle pianure del veronese, dove tuttora viene prodotta la varietà vialone nano. Questa qualità di riso ha un sapore particolare, dettato probabilmente dalla natura del terreno alcalino in cui cresce e le acque calcaree di risorgiva: in queste condizioni i coltivatori limitano al massimo l’utilizzo di concimi e sostanze artificiali, e la salubrità del prodotto è eccezionale.

Tra i piatti principali legati al riso, si ricordano il risi e bisi e il risi e figadini, due minestre a base rispettivamente di piselli teneri e carne di pollo; tra i risotti invece sono celebri quelli di pesce, a base di pollo come il rovinassi, oppure quelli che hanno come ingrediente la carne di maiale e la carne di cavallo.

Oggi il nostro Gran Maestro Giampaolo Donini della Confraternita del risotto alla saonarese ci svela i segreti della ricetta rivelazione della Cucina Veneta. Buonissimo!!!
Montaggio Videoe20.net
Progetto Cultura&Cucina
Patrocinio Visit Veneto

Buona visione

How to Share With Just Friends

How to share with just friends.

Posted by Facebook on Friday, December 5, 2014

One Response

  1. Giorgio Ammirabile
    | Rispondi

    Ho avuto modo di provare questo piatto, un risotto tanto raffinato quanto goloso, sopratutto grazie al sapore dato dalla carne di cavallo. Assolutamente da provare! Buonissimo

Lascia una risposta